28.8.07

IL PERMALOSO

Simpatico, intelligente, politicamente allineato e socialmente attivo , il Permaloso conduce una vita assolutamente normale e regolare, si mescola alla popolazione, interagisce quotidianamente con spigliata risolutezza ed è membro produttivo della comunità.
Talvolta è anche alternativo, eccentricamente originale, pittorescamente caratteristico o in altri casi anonimo, silenziosamente pacato e quasi invisibile….tutto ciò fino a quando qualcuno o qualcosa ne pesta inavvertitamente la lunga e procionesca coda …di paglia.

Il Permaloso è infatti sempre in prima linea…
Che si tratti di difendere l’integrità dei propri bimbi davanti alla tv, o di sentirsi offesi davanti ad esternazioni che lo toccano dal vivo su qualsiasi argomento (sesso, politica, fecondazione artificiale o impollinazione delle azalee) il Permaloso ha un opinione in materia ed è INDIGNATO…
Di come voi NON la condividiate.

Il Permaloso ama salire in cattedra , sventolare la sua compiaciuta superiorità e scende nel dettaglio sottolineando quanto siate coglioni (voi tutti) che non la pensate come lui…

Al tempo stesso NON si sofferma minimamente a pensare che NON tutti gli attacchi, non tutti i pensieri e NON tutte le considerazioni siano rivolte a LUI.

Il Permaloso è Eliocentrico….tutto gira intorno a lui….

Potrebbe prendere atto di ciò con cui non concorda e proseguire facendosi quello che in Toscana viene volgarmente definito “un tegamino di cazzi suoi”…ma proprio non ci riesce.

E’ più forte di lui.

Il Permaloso deve intervenire, commentare, risentirsi ed indignarsi, poiché è LUI e solo LUI per primo che è stato offeso, attaccato e provocato.

Che si parli dell’estinzione della foca monaca o di quanto sono pallose le convention dei partiti politici (indistintamente di destra o di sinistra) il Permaloso scende in piazza.

“Io non ho MAI ucciso foche monache!” grida sui post dei blog, scrive sui redazionali delle riviste o esterna al bar con gli amici.

Se i cartoni animati nelle fasce protette sono TROPPO violenti lui s’indigna e protesta, se le donne portano pantaloni a vita troppo bassa lui s’indigna e protesta, se la satira sul Papa o sulla chiesa è troppo pesante lui pontifica e di nuovo s’indigna…

Ci piace immaginarcelo con occhialetti tondi e camicia di flanella da impiegato di banca,ma la verità è che il Permaloso è…TRASVERSALE…

E’insospettabile, è polimimetico e può essere …CIASCUNO DI NOI…

Il Permaloso è quella vocetta stridula che serpeggia nel nostro cervello e che affiora sconsideratamente quando qualcuno le pesta la coda…

Spunta quando il vostro migliore amico vi dice “guarda che quei personaggi che hai disegnato sono corti!”

Affiora quando qualcuno vi dice che il Wolverine che avete disegnato fa pietà…e diventa una checca isterica e urlante quando vi criticano il BLOG sui cui scrivete!

Il Permaloso è una simpatica vecchietta che se ne sta sulla sua sedia a dondolo tipo MAMMA di Norman Bates….dondola e canticchia canzoncine da malato di mente…fino a quando non si schiaccia la coda da solo…

LA CODA DI PAGLIA…ovviamente.

Che riguardi la politica.
La dubbia moralità della vostra ragazza o il modo in cui disegnate…

Che si parli di come si cucina il pesce al cartoccio o di come vi piace fare sesso…

Il Permaloso si sente tirato in causa, offeso, toccato e stimolato sul vivo e salta in groppa, lancia in mano a condurre la sua crociata …

Anche perché il Permaloso è spesso uomo d’ingegno ed ha tanto….tanto TEMPO LIBERO che gli permette di replicare, cavillare, sottolineare, citare e militare…ma sempre con scarsa ironia.

Non perché non ne abbia…ma perché per qualche misterioso meccanismo…anche il più simpatico e allegrone di NOI…la finisce …quando si sente chiamato in causa…

E’ quella specie di PARESI progressiva che si sente nascere dall’angolo della bocca e procedere verso il cervello mentre il vostro sorriso diviene un ghigno (beota…), è quel calore che vi sale al cervello mentre desiderereste dire al vostro interlocutore che (CAZZO!) nessuno disegna Wolverine come voi!

E’ quell’afflusso incontrollato d sangue che vi farebbe agguantare volentieri chi vi ha contrariato, offeso, criticato o semplicemente…pestato la coda…di paglia…

IL Permaloso…vive in tutti noi…e si dondola nella sua cigolante sedia….in un angolo del nostro cervello…

Dedicato a tutti i permalosi che mi leggono e che mi leggeranno…
Perché io sono il peggiore di tutti…

38 Comments:

Blogger Emi said...

ODDIO.... hai fatto un ritratto spiccicato del mio ragazzo... di colui che adoro ma che deve essere sempre assecondato come un piccolo imperatore... ma c'e' una cura? In inglese non c'e' nemmeno l'equivalente della parola permaloso... tuttalpiu' si traduce con "precious" che significa uno che fa il principino, o con "touchy", uno che si sente "toccato nel vivo" e reagisce DAL vivo... ODDIO...aiuto!!

8:02 AM  
Blogger somnia said...

l'Italia è un popolo di permalosi, nemmeno in spagnolo esiste la parola, si può dire "sucietible", ma non è la stessa cosa. Propongo una cura "terapia d'urto", tutte le cose brutte che pensi digliele tutte di colpo, se non ti lascia allora durerà per sempre...

8:11 AM  
Blogger Capitan Ambù said...

Hey bastardo!!! ce l'hai con me? ehi dici a me??? se invece di criticarmi scrivessi qualche cosa di più divertente leggerei altro.
Guarda che si capisce che parli di me.
Tanto so chi sei e dove abiti...

Anonimo

Ops! e' uscita la firma e mo che faccio????

8:20 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Non parlavo con te ,ma mi occuperò anche della tua persona a Lucca...tanto ti becco lì vero?

Si dai, con tutti gli altri!

A presto!

°______°

MAX

10:46 AM  
Anonymous Anonimo said...

So che magari il mio intervento qui non farà altro che confermare la tua tesi secondo cui il permaloso scende in campo ogniqualvolta si sente pestare la coda, ma mi preme comunque (anche qui) fare una precisazione).
Sono Gianni, l'anonimo che ha postato un commento (negativo) relativo al post precedente a questo; a questo proposito se, come credo, il mio intervento ha suscitato la reazione espressa in questo post (ok magari oltre a me bisogna aggiungere una serie infinita di "fattori scatenanti" di cui non posso essere a conoscenza)mi sembra doveroso ribadire che non ero affatto indignato dai contenuti del racconto precedente a questo (una spiegazione più articolata l'ho inviata nei commenti relativi al post precedente, vi prego di leggerla) nè sono un bigotto, o un moralista.

La mia voleva essere una critica alla qualità letteraria dei racconti qui ospitati, ma vedo che è stata poco gradita.
Mi spiace sinceramente per il fraintendimento.

Ciao a tutti,
Gianni l'Anonimo

3:53 PM  
Anonymous Jack said...

Scusami lettore anonimo, capisco il punto che contesti, ma sinceramente è una critica che non riesco a capire.
Sarebbe come leggere la "Guida Galattica per Autostoppisti" e dire che "Si, però non è al livello di Joyce o Shakespeare, potrebbe fare di più..."

4:47 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Mi sono già dilungato nella risposta al commenti di Gianni ne il post de LA FESTA RIONALE...se avete voglia di consumare preziosi minuti di VITA VERA (anzichè uscire , vivere e cogliere il momento) potete andare a leggerlo...io purtroppo sono incollato qui con le scadenze al collo di consegne varie e ogni scusa è buona per perdere tempo.
Ma in conclusione diciamo che: ognuno scrive come sa scrivere, ognuno dice quel che vede e sente a modo suo (nel reciproco rispetto s'intende) e ognuno LEGGE QUEL che gli piace LEGGERE.
I BLOG sono come la frutta ...non puoi mangiare un mandarino e dire "sì ,ma se sapeva di mela era più buono!"
Questo blog sa di MANDARINO.
Può piacere o non piacere ,ma sempre mandarino è!

Detto questo aggiungo (e poi BASTA) che si può fare qualasiasi tipo di critica ,ma va fatta in un certo modo.
C'è il modo costruttivo che suggerisce, spiega , espone e il tuo modo GIANNI , che SMONTA, deride, critica ,ma non propone alternative...anzi: offende pure chi apprezza quello che a te non piace. Ti è sfuggito, ti sei espresso male...nessun problema. Davvero.
MA è il MODO in cui hai esposto la critica ...NON la critica in se mi capisci?


Detto questo: nessun rancore e nessuna polemica.
Il mondo è pieno di frutti e ognuno si deve scegliere i suoi.

Un saluto a Gianni.

Ora fatemi lavorare dai!

MAX (il permaloso...eh sì un pò sì...!)

5:08 PM  
Anonymous Anonimo said...

Grazie delle risposte Max (sia qui che nel post precedente).
Mi spiace solo di aver dato l'impressione di un critico che "smonta", francamente non era mia intenzione, il mio voleva essere un incentivo a variare se possibile.
Mi sono espresso male, capita purtroppo (e mi scuso ancora).

Poi, hai ragione, ognuno scrive ciò che vuole e come vuole e ognuno ha i suoi gusti; per quanto mi riguarda ho solo cercato di esprimere il mio punto di vista.

Ah, per rispondere al tuo riferimento fra i commenti del post precedente: non sono un collega nè un addetto ai lavori, sono semplicemente un lettore di fumetti di vecchia data che ama spulciarsi blog e siti di fumettari e aspiranti tali.

Ciao ancora,
Gianni

4:01 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Nessun problema, Gianni.
Il fatto che tu non lavori in questo settore, ti giustifica ulteriormente perchè mi rendo conto che (al di là del mio modo di scrivere) molte cose possono apparire assurde e perfino SURREALI, ma tu ogni tanto continua a seguirci, se non altro con la consapevolezza che da qui puoi gettare un occhio sul "dietro le quinte" del mondo che ami leggere.

6:28 AM  
Anonymous Anonimo said...

AHAHAHAHAHAHAHA!!!!!
Sempre in gamba, grande Max!

M

5:38 AM  
Anonymous Anonimo said...

E che tu ce l'hai con me? E che cazzo, tu ce l'hai con me??? Questo stronzo ce l'ha proprio con me!!
Fonz!

5:50 AM  
Anonymous Alek Rilen said...

Max,
stai lentamente, subdolamente diventando il mio punto di riferimento socio-culturale.
E questo non mi piace.
Forse.

1:44 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Vi dirò...
L'idea di poter essere il riferimento socio-culturale di qualcuno mi fa quasi paura...ma l'ego ne è comunque gratificato...
Un giorno scriverò qualcosa anche su questo...L'EGO...

°______°

7:38 PM  
Blogger Salvatore said...

Permaloso io??? Ma vaffanculo!!!

6:30 AM  
Anonymous Anonimo said...

Ti ringrazio tantissimo, leggendo il tuo intervento ho capito quanto il mio comportamento sia stato stupido!
*_*

4:47 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Non ho idea di quale fosse il tuo intervento,ma....felice di essere servito a qualcosa...(in un senso o nell'altro)...

Ma firmarsi con nome e cognome e fare due chiacchiere proprio mai, eh?

°_____°


Boh...

MAX

7:34 AM  
Anonymous Anonimo said...

WOW fantastico qst commento!!!! Soprattutto perchè è tutto mortalmente vero... Mi è servito molto per identificarmi e capirmi meglio, così magari col tempo riuscirò a domare il mio istinto di massacrare chiunque mi faccia un torto...

Davvero saggio e... pungente! Continua così!

- Anonima -

11:22 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Continuo, continuo...
Continuo se non mi massacrano prima a me...che con questo BLOG mi sto facendo taaaanti "amici"...

°____°

Max

11:48 AM  
Blogger mallory76@gmail.com said...

complimenti!!!
mi hai fatto ridere di me stessa...
magari non salgo in cattedra ad urlare la mia indignazione per cose che potri prendere alla leggera...ma sbatto al porta e vado via infuriata lasciando basiti gli altri...
sai mica dove vendano un po di sano self control???

12:09 PM  
Anonymous Anonimo said...

Allora, siamo in due ad essere i peggiori di tutti. Se una persona come me, si mette a navigare su internet come per cercare una soluzione a questo male, bhè vuol dire che sono in testa io come peggiore....
Cordialità e grazie

P.S.: non fare il permaloso se non mi firmo LOL

10:52 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Okay. Ti cedo il primo posto.
Non cercare di guarire... la permalosità non va rinnegata, soltanto.... "controllata".
°____°

4:13 AM  
Anonymous Anonimo said...

Caro Max, sono sempre il "permaloso" anonimo di prima. Ti ringrazio caldamente per avermi ceduto il primo posto, ma in verità, sono ritornato sul tuo blog per ringraziarti per avermi fatto capire quanto e quando ho sbagliato e quanto sono stato infantile.
Cordialità

11:44 AM  
Anonymous Anonimo said...

:D

3:00 PM  
Anonymous Anonimo said...

ho letto per la prima volta oggi, io mi ritenevo permaloso ma non mi sono mai accorto di essere una cosi' brutta persona.. Cerco sempre il sorriso e di aiutare gli altri, vorrei continuare a farlo, ma adesso ho dubbi su me stesso.. Cristian

6:37 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Bè, considera che il sottoscritto è MALEDETTAMENTE permaloso e non ha neppure i buoni propositi che hai tu... quindi sei già un pezzo avanti sulla RETTA VIA...
°_____°

6:41 AM  
Anonymous Mirtò said...

Auhauahuauhahuhahahauauhh geniale!
Ma... si può/deve guarire?!

9:50 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Non si guarisce, ma secondo me non lo si deve neanche necessariamente fare. L'importante è ricordarsi (quando la questione ci riguarda) che c'è un permaloso in quasi tutti noi... e quando il permaloso è DAVANTI a noi... bè...lo si può sempre mandare a quel paese.
(L'unica vera malattia è un eccesso di coerenza...)

9:54 AM  
Anonymous Mirtò said...

E quando ti dicono...

Ammazza quanto sei permaloso!
Mica ti sarai offeso?!
Lei è permalosissima, troppo!


?

11:06 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Ma...io ho un codice molto ferreo e sbrigativo...per cui nessuno arriva così vicino da potermi dire una cosa del genere. Di solito si beccano due o tre vaffanculo prima di avere il tempo di formulare queste domande/affermazioni.
La critica l'accetto dall'amico, dal collega e poi (tutto sommato) diciamoci la verità: ci rompe anche quando sono costruttive.
In fondo perchè social network come FACEBOOK hanno messo solo un "MI PIACE" e non un "sai non la vedo come te".... perchè tutti vogliamo sentirci dire solo "MI PIACE" e non "sì..carino,ma io preferisco altro" o "cazzo quanto sei permaloso/a"....

°____°

11:20 AM  
Anonymous Anonimo said...

Dio... quanto sono permalosa !

2:39 AM  
Anonymous Anonimo said...

L'articolo è di facile lettura e con uno spiccato senso dell'umorismo, non c'è nulla da dire.
Peccato però sia stato scritto da qualcuno che di permalosi se ne intende ben poco. O meglio, li vede solo con superficialità dall'esterno.

Mi presento, sono una ragazzina di 19 anni, ex-permalosa. E vi assicuro che le UNICHE cause di tale demoralizzazione sono alcune attenzioni rivolte al "permaloso": attenzioni volutamente provocatorie (come una battuta tagliente fatta nel momento meno adatto), oppure attenzioni addirittura mancate. Costoro che voi etichettate comodamente come "permalosi" non sono altro che persone dall'inconscio instabile, che se sono così è perchè evidentemente hanno avuto qualche trauma nel loro passato per il quale vedono continuamente accuse o prese in giro nei loro confronti. Non hanno nulla a che fare con i soggetti menzionati nell'articolo (quelli semmai sono i "ficcanaso").
Credete sia facile stare nei panni di un permaloso? Portare sempre addosso degli occhiali grigi e sentirsi continuamente parlare alle spalle?
E' una malattia, per chi ne è affetto... Quelli che hanno la fortuna di non averci nulla a che fare dovrebbero avere la maturità di non aggravare la situazione di chi non riesce a scendere a compromessi col proprio IO.

Rifletteteci, perchè è una delle tante cause che manda ogni giorno a p*****e il mondo...

9:09 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

L'articolo" non è un articolo...è un racconto e (come hai sottolineato giustamente è "UMORISTICO"...

Può piacere o non piacere...come tutte le cose ovviamente.

Se piace si legge e si apprezza, se non piace ... bè...non piace...

Il modo in cui si affronta ogni tema trattato nel mio blog è personale.
SONO IO...in prima persona il soggetto di cui parlo... sono io il permaloso.
Sono io...il collezionista...

Sono io TUTTI loro perchè non potrei MAI parlare di qualcosa che NON conosco...
Quindi capisco ciò di cui parli...
Comprendo l'inadeguatezza...il disagio ecc. ecc.

Resta il fatto che l'IRONIA è alla base della mia vita ed in particolare di queste pagine.

L'ironia aiuta...se la sai usare e vivere... ed ovviamente se la sai COGLIERE...

In ogni caso, fidati...nessuno è più permaloso di me.

UN saluto cara EX(?) permalosa.

Massi.

P.s.

Il mondo va a puttane indipendentemente da ciò che si scrive in un racconto...

11:07 AM  
Anonymous Anonimo said...

Sono la "permalosa" di prima.


Il mio era un discorso assolutamente generale (tant'è che ho parlato sempre al plurale). Era rivolto a tutti coloro che identificano la figura del permaloso nel RACCONTO (piace di più?) di prima...racconto scritto da qualcuno che "ne sa poco" perchè O confonde le cose, O aggiunge inadeguatezze varie per rendere più consistente i suoi scritti. Comunque il punto è che alla fine qualcuno ci crede veramente...

Miravo semplicemente a setacciare il concetto di "permaloso" da tutte quelle altre caratteristiche proprie dei ficcanaso o dei polemici.

Da notare che in ognuno di noi ci sono tutte le categorie citate prima...

E poi, suvvia Max. Non te la sarai presa per così poco? La mia era solo una riflessione messa per iscritto, e in quanto tale implica per forza tutti quei puntini sulle "i" che tanto ti infastidiscono: se avessero inventato la telepatia ci saremmo capiti al volo, se fossimo stati davanti a un caffè ti avrei fatto una linguaccia e ci saremmo capiti ugualmente.

p.s.: non ho mai letto il tuo blog, sono capitata qui per caso. Quindi ti critico esclusivamente da quanto leggo sopra.

12:45 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Sì, racconto mi piace di più perchè è tale. Un "Articolo" avrebbe pretese didattiche o informative che questo pezzo non ha...

E poi, scusa "Permalosa di prima" cosa vuoi da uno che ammette a priori che è permaloso?

Devo metterci la faccina?
Okay.

°____°

Esistono infiniti tipi di "permalosi" ... lo scopo di questo racconto non è catalogarli , nè fare uno schema e poichè il suo numero di lettori non incide sulla visione e percezione mondiale della categoria...mi viene da dire: "ma che ti frega?"
E' proprio necessario (appunto) stare a mettere i puntini sulle "I"?

(E di nuovo metto la faccina).
°____°

'sti pezzi io li scrivo per diletto e per lavoro (perchè via via vengono pubblicati) ,ma come dice l'intestazione sono "dubbie verità" sulla vita...

Quindi: leggiti anche il resto, se ti capita e poi mi fai sapere.


(E già che ci sei se ti firmassi con un nome non sarebbe male...)

Massi.

P.s.

A me per il caffè va bene, ma lo offri tu....con o senza linguaccia.

2:30 PM  
Anonymous Vanessa said...

Comincio col premettere che i puntini sulle "i" sono strettamente necessari, in quanto altrimenti tutto ciò non sarebbe coerente col mio Essere Permalosa più volte sottolineato da TE (della serie "ti sto dando ragione", per cui smettila di lamentarti! :D).

E poi, perdonami, questo non sarebbe forse un "articolo" redatto al fine di "informare" su come la pensi? In fondo, tutti i giornali sono di parte, compresi i giornalisti... Per cui stando alle tue parole io la mattina dovrei leggere un "tomo di racconti" e non un giornale. Il che mi piace come idea perchè fa tanto mondo delle favole, nonostante vada tutto a p*****e...

(sto andando nell'ordine dei tuoi punti)

Per l'ennesima volta: la mia non era una critica nei tuoi confronti, ma una riflessione messa per iscritto riguardo al fatto che hai mescolato le caratteristiche di un permaloso con quello di gente che ha tempo da perdere ed è indecisa nel sceglierne la modalità più inutile. Le faccine sono ben accette...

E tu che ne sai di quanti lettori leggano effettivamente questo articolo (ops)? Il racconto può benissimo essere copia-incollato e disperso oltre le falde del Kilimangiaro. Il punto comunque non è questo, ma piuttosto rendere coerente la premessa di questo commento.
Sai, è la prima volta che lascio un commento su Internet, e ora mi sto pure domandando sui motivi. Probabilmente perchè ho letto tante lodi a troppe imperfezioni che in un testo scritto da una persona tanto introspettiva non ci sarebbero dovuto essere.

:)

Dubbie verità? Preferisco chiamarle "affermate incertezze". Talmente tanto affermate da farmi scrivere interi inutili papiri, che per ovvi motivi ti risparmio (anche se stavo andando sulla giusta strada, se non fosse per il fatto che Morfeo comincia a rompermi le balle).

Ho appena letto qualche altro tuo articolo di questo blog. Notevole. Specialmente quanto tu riesca a notare i piccoli dettagli che identificano le situazioni, interiorizzarli con un pennarello indelebile per poi esporli riconducendoti alla terminologia che più rende fluidi ed afferrabili i concetti. E' una buona qualità (mi rode...io non ce l'ho). Continua a scrivere, che forse leggerò altro di tuo. :)

Spero il mio nome ti vada bene, sempre se non sei abbastanza permaloso.

Buonanotte Max!


p.s.: di caffè te ne offro anche due se vuoi, basta che non cominci a correggerli con ettolitri di Perrier-Jouet...

4:43 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Mi sa che potremmo continuare all'infinito e nessuno dei due si schioderebbe dalla sua posizione °___° (Faccina...perchè di nuovo scrivo col sorriso sulle labbra)...

Ovviamente potrei GLISSARE, ma ovviamente questo non fa parte della MIA natura, precisa e puntigliosa, quindi:

No, questo non è un articolo, poichè il suo fine non è informare del mio punto di vista o della mia percezione delle cose.
IL suo scopo non è comunicare una visione, ma RACCONTARLA...
E' un RACCONTO:
E' molto, tantissimo, IMMENSAMENTE diverso.

I hiornali che leggi al mattino ti informano di fatti che accadono, ma grazie a Dio non ti trasportano in un'altra dimensione...o quanto meno spero che NON lo facciano...altrimenti povera TE...
°___°

I miei racconti sono scritti per me stesso.
le parole, i termini ( a vote anche volgari) sono scelti con cura e gestiti come se parlassi con me stesso.
Sono reali, ma personali...
Il fatto che venga poi letto (da molti o da pochi...non importanza) è incidentale.

Le lodi alle mie parole sono bene accette, ma non richieste... del resto come i commenti in generale...

E' più facile che risponda ad uno negativo o dubbioso che a uno positivo.

IL difetto dei blog è che tutti sono convinti di essere su un palco a declamare e pubblicizzare il loro decimo romanzo di successo planetario.
NOn è così.
Sono piccole, microscopiche finestre sul nulla...o forse su noi stessi.

Quindi io della scuola di pensiero "scrivi ,ma non esserci".

"Divulga"...ma non apparire.

Mi piacciono gli scrittori, i disegnatori ed in generale gli autori di un altro tempo...senza volto, senza un'identità se non le note a fine pagina.

Oggi sono TUTTI troppo presenti...
Presenti nel nulla del niente, aggiungo...

E mi fermo qui perchè altrimenti potrei continuare per ore, rinnegando tutto quello che ho detto nelle mie "dubbie verità" di prima.
"Dubbie verità"... perchè non c'è incertezza in ciò che affermo.
°___°


Ben venga il caffè con gli annessi e connessi, incluso il nome che aggiunge qualcosa in più.

°________°
(faccina)

Continua a leggermi...nel bene e nel male.

Massi.

12:27 AM  
Anonymous Vanessa said...

Uhm.

Viaggiamo su due rette parallele in un campo euclideo.
Capisci? Le premesse ai miei discorsi sono diverse dalle tue, e mai arriveremmo a un accordo nemmeno se replicassi all'infinito.
Ma, in fondo, il mondo è bello perchè è vario. E aggiungerei pure che me la sono cercata...

Metto in chiaro solo una cosa, che non potrei fare a meno di tralasciare: se pubblichi dei racconti ed accetti che vengano commentati, devi anche accettare il fatto (o comunque esserne cosciente) che, non pensandola tutti come te, verrai ripreso su più punti, con toni più o meno rigidi, e te li dovrai far scivolare di dosso come se nulla fossero (specie se sei permaloso). Altrimenti attivi le funzionalità "disattiva commenti" e nessuno ti romperà più sui tuoi pensieri intimi.
Non puoi pensare di ricevere solo lodi: non esiste ancora un algoritmo computazionale che filtra le "critiche". Prendere tutto o lasciare...offese o pubblicità del Bestseller di turno che siano.
E sai meglio di me che le critiche sono costruttive (altrimenti non saresti qui a rispondermi)...

Avrei parecchio da ridire anche sul discorsino dell' "articolo", ma è meglio che eviti. :)



Credo di aver rotto le scatole abbastanza qui, per cui vedo un po' di levarmi dalle balle...

Sì, se mi capita leggerò ancora qualcosa di tuo...che sei rilassante e di facile lettura.
Tu non smettere in ogni caso, che a quanto vedo sei parecchio apprezzato. :)

Buona fortuna.
Vanessa

6:10 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Non hai affatto rotto le balle ed è assolutamente vero che viaggiamo su rette parallele...

Non ho intenzione di disattivare i commenti, non cerco lodi di nessun genere ed ogni volta che leggerò un commento che non condivido replicherò puntualmente quando non sono d'accordo.

E non sono d'accordo nel modo più assoluto con te.

Le critiche costruttive non mi interessano, questo non è un simposio, non è un aula...

E' una pagina con un racconto... (un RACCONTO, non un ARTICOLO) se ti piace lo leggi, se non ti piace NON lo leggi...

°___°

Buona fortuna anche a te Vane!

6:28 AM  

Posta un commento

<< Home