14.1.07

I PESCI BRANCO

Nel settore creativo esistono varie tipologie di professionisti che potremmo paragonare alla fauna marina

Abbiamo LO SQUALO (o mercenario creativo) cacciatore solitario che si aggira instancabilmente per non morire soffocato e che farebbe le scarpe anche a sua madre (se non se la fosse già mangiata).

I DELFINI. Gli amici di tutti che non disdegnano di passarvi un lavoro e in cambio chiedono solo che gli tiriate ogni tanto la palla per farli giocare , sono socievoli, giocherelloni e sopravvivono solo perché hanno 5 appartamenti dei ganitori da affittare.

I CORALLI. Quelli che non si spostano mai dal proprio studio, che fanno tutto attraverso internet e che si cristallizzano fino a scivolare molto rapidamente in altre attività (metteno su un server, un internet point e poi si sposano con una donna brutta e grassa).

I POLIPI. Sono quelli che si danno da fare in mille direzioni diverse e che brigano, combinano,fanno cose, vedono gente e friggono l’acqua per sopravvivere.

Ed infine I PESCI BRANCO.

I Pesci branco sono quei creativi che (come dice il nome stesso) incapaci di cacciare da soli si riniscono in branchi all’interno dei quali non esiste una gerarchia ben definita ,ma solo una specializzazione ittica…
C’è il pesce Art Director, il Pesce Matita, il Pesce Pennello, il WebPesce e così via.
I Pesci Branco adottano per i loro studi nomi altisonanti o ruzzosamente divertenti (rifacendosi generalmente a vecchi cartoni animati e amenità simili) e sono tra di loro solidali, zuzzureloni e alternativi quanto basta per avere tutti lo stesso orientamento politico e ideologico.

I Pesci Branco cacciano ovviamente in gruppo , prendono contemporaneamenete 419 lavoro diversi e si affidano spesso a terze persone poiché la loro specializzazione è tale che spesso NON sanno fare un cazzo…

Capita così sovente che il collaboratore esterno li molli, muoia, si sposi, impazzisca o semplicemente li mandi a Ramengo (amena località caraibica) e quando ciò avviene i Pesci Branco (presi dal panico) incominciano a nuotare in tutte le direzioni, strusciando le rispettive pinne caudali e stimolandosi a vicenda nella ricerca di qualcun altro che li levi dai casini… e qui ritroviamo il nostro amico SQUALO…

Lo Squalo è un cacciatore solitario, nuota costantemente per non rimanere soffocato e si nutre di qualsiasi cosa che si muova , commestibile o no.
Pertanto prende qualsiasi tipo di lavoro che gli venga offerto che lo sappia fare o meno.
Lo Squalo è affidabile , freddo ed è come il Signor Wolf di “Pulp Fiction” …” risolve problemi.

Ciò nonostante capita che anche allo Squalo capitino lavori che proprio NON ha voglia di fare.

Tenete presente che i lavori che i Pesci Branco rifilano sono generalmente casi di emergenza, scarti o in generale grandi rotture di palle.



Il pesce Art Director chiama lo Squalo (generalmente mentre questo nuota dormendo) e gli dice.

”Ci serve per ieri” divertente modo di dire che tradotto dal linguaggio dei creativi significa

“Siamo di nuovo nei casini. Il disegnatore ci ha mollati e noi (per quanto siamo fighetti , sinistrorsi alternativi e comunicativi ) non sappiamo cosa cazzo fare…”.

Questo tipo di lavoro è una grande rottura di scatole SEMPRE.
Perché è di solito un lavoro già iniziato, perché il CLIENTE (con cui voi Squali non avrete mai nessun contatto) è sempre un rompicazzo di prima qualità e perché i Pesci Branco pur non essendo in grado di portare a termine il lavoro non rinunceranno a tritarvi le parti basse fino alla dimensione del plancton marino.

A niente servirà il vostro latente desiderio di NON accettare quel lavoro…questo perché (seguendo i principi delle leggi di Murphy) per quanto cercherete di NON farvelo i Pesci Branco insisteranno per affibbiarvelo.

Voi gli chiederete un anticipo (sicuri che loro svaniscano nel nulla come sempre accade nominando qulla parola ) e loro accetteranno.

Voi chiederete il pagamento alla consegna (sicuri che loro vi denunceranno per molestie sesuali) e loro ve lo concederanno.

E a nulla serviranno le vostre lamentele su quanto siate pieni di lavoro oberati dai problemi familiari e sopraffatti dagli impegni…i Pesci Branco vi lusingheranno e vi “impaneranno” in vasellina ed altri lubrificanti fintano che non accetterete.

Una volta preso l’incarico il Pesce Art Director inizierà a mandarvi stringate e mail con chilometrici allegati in cui vi indica tutte le fastastiche tempistiche e metodologie varie richieste …nonché un profilo dettagliato del disegnatore (del cazzo) che li ha mollati.
Tenete presente che tali disegnatori sono tanto inaffidabili quanto BRAVI ed incommensurabilmente insuperabili…
Quindì a voi non verrà permesso di fare il lavoro come se fosse vostro ,ma dovrete (Sempre) cercare di imitare lo stile della testa di cazzo che vi ha preceduti…

Tale stile sarà sempre il frutto di incredibili "pippe mentali" del suddetto disegnatore , nonché tecnicamente irriproducibile perché Dio solo sa come ha fatto a farle…

E alla suddetta domanda “Ma almeno sapete come ha fatto a farle?”
I Pesci Branco risponderanno “Con Photoshop”…

Che più o meno è come dire “l’uomo è fatto di carne” ad un chirurgo alieno per spiegargli come fare un trapianto di cuore tra due terrestri.

E va bene! Lo SQUALO non si tira indietro e si mette al lavoro, ovviamente NON riesce a ripetere perfettamente lo stile del compianto testa di cazzo che lo ha preceduto ,ma riesce ugualmente ad ottenere un lavoro dignitoso.

“OTTIMO, BUONO, BELLO…”
replicano i pesci Branco nuotando intorno allo SQUALO…
“Non perfetto ,ma più che sufficiente …” (notate come la valutazione scenda rapidamente verso il basso…) ..

“Ora …” continua il pesce Branco Art Director “ a noi andrebbe benissimo così…ma vedi…il cliente lo vuole un po’ diverso…”.

“E come cazzo sarebbe un po’ diverso?” vi chiederete voi…

“Un po’ più … luminoso, vivido, illuminato, d’impatto, scuro, marcato, soffuso …” e la sempre attuale “ PIU’ DECISO…”.

Che cosa tutto ciò significhi ovviamente non è dato saperlo ,ma alla fine di questa discussione vi viene mostrata un‘illustrazione ,generalmente la stessa con cui vi stanno tritando le palle dall’inizio , (e di solito anche stampata male, sfocata e sbiadita…).

“Purtroppo abbiamo solo questa…” commentano dispiaciuti i Pesci Branco maneggiando il fottuto pezzo di carta come se fosse una reliquia religiosa.

E di nuovo vi trovate a fissare il disegno o l’illustrazione che il vostro predecessore (testa di cazzo) ha realizzato in cinque minuti prima di decidere di mollare il lavoro ed andarsene in vacanza.

“Io posso farvelo con il mio stile.” Direte voi sottolineando che già vi stanno fumando e che quelli con l’aqua alla gola (pesci o no) sono loro e NON voi…

E tutti gli altri prenderanno anuotare come impazziti dicendo “Sssìììì, lo sappiamo! Nessuno ti chiede di fare una cosa uguale! Non vogliamo importi schemi o stili, non devi sentirti obbligaro…ma di fatto lo vorremmo così…”.

Voi annuite prendendo la reliquia che confidate di cacciare nel Water alla prima occasione e ve ne andate consapevoli che farete come cazzo vi pare a voi e che loro accetteranno qeullo che farete o si attacheranno al primo Pesce Tram che passa…

A questo punto qualcuno di voi potrebbe pensare che per il buon proseguimento del rapporto professionale sarebbe meglio essere prudenti remissivi e disponibili…

Niente di più sbagliato.

L’errore di fondo che molti commettono (ma non gli SQUALI) è la convinzione che i Pesci Branco in seguito si rivolgano di nuovo a voi…. ERRATO.
ERRATISSIMO.

I Pesci Branco già vi odiano per il semplice motivo che hanno dovuto ammettere di non sapere fare un cazzo.
Vi odiano perché gli siete stati segnalati da altri e vi odiano perché hanno dovuto accettare le vostre condizioni…inoltre vi odiano (più di ogni altra cosa) perché non siete come loro e NON siete LORO.

Quindì appena finito questo lavor vi diranno “ci sentiremo presto per altre collaborazioni!”. Metteranno il vostro biglietto da visita nel loro raccoglitore, la vostra e mail nel loro database dopodichè svaniranno nel nulla dimanticando di avervi mai conosciuti…

Ecco perché ogni pesce SQUALO che si rispetti deve sempre (un po’ per un personale codice e un po’ per il gusto di farlo…) cercare di metterlo sotto la coda ai PESCI BRANCO…

SEMPRE.
E’ un imperativo morale.

Per fare questo esistono molti modi , alcuni definitivi ,ma anche troppo devastanti (come prendere l’anticipo e poi raggiungere il vostro predecessore in vacanza…) , altri più equilibrati e civili…

Il più diffuso è quello del cosiddetto “TEMPOREGGIAMENTO”…La dinamica è semplicissima e già affrontata in altri post (come LA SCADENZA) il concetto è che voi dovete fare il lavoro nel meno tempo possibile , infilarlo in un cassetto e poi inviarlo un pezzettino per volta…(molto lentamente) in modo tale che alla fine i vostri committenti non siano più preda di ansia o agitazione ,ma di vero TERRORE…

Per aumantare l’effetto drammatico di tutto ciò inviate ogni tanto qualche file danneggiato, con dicitura errata o meglio ancora sbagliato ,ma apparentemente corretto…
Lentamente vedrete riaffiorare la già citata Sindrome di Stoccolma…e se all’inizio vi avranno ROTTO LE PALLE per ogni virgola ,man mano che passa il tempo osserverete un aumento della loro disponibilità , nonche della loro umiltà…
Verso la fine accusate malori , depressioni e sconforti…ponetevi in una posizione di totale disarmante sconfitta….e intanto ovviamente continuate a fare i vostri veri lavori…quelli che vi danno da vivere sul serio e che vi vengono commisionati da persone serie, responsabili, oneste e soprattutto NON boriosamente piene di se come i fottuti Pesci Branco in questione.
Quando poi (alla fine) avrete quasi ultimato il lavoro tenetevi una piccola garanzia…tenetevi un file o comunque qualcosa di minimo ,ma essenziale che consegnerete solo al saldo finale.
Fatevi pagare…dopodichè a seconda della vostra indole potrete anche salutarli da amici con un amichevole colpo di pinna o togliervi la soddisfazione di mandarli tutti quanti a quel paese…

Non vi preoccuate se tutto ciò sembra essere terribilmente POCO professionale…non temete se qualcuno vi dirà che così li perderete come clienti…perché in realtà non lo sono mai stati…

Non abbiate paura perchè... E'BELLISSIMO NUOTARE LIBERI…

3 Comments:

Anonymous Wilma said...

Direi che mi sono rivisto nel delfino... ma senza appartamenti.
E comunque la similitudine tra certi studi e i pesci branco è azzeccatissima.

4:09 PM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Sì, sì. Assolutamente Delfino Buono e affidabile ,ma sfortutanamente senza appartamenti... il chè ti eleva ancora di più nella graduatoria morale.
VA! Che ti tiriamo LA PALLA! DAI!

°___°

10:09 AM  
Blogger Dalmatius said...

Passa...passa quella paaaaaaaaaallaaaaaaa ^^)

11:39 AM  

Posta un commento

<< Home