16.9.06

IL VECCHIO E IL NUOVO


Tra le infinite tipologie di potenziali clienti e datori di lavoro che caratterizzano il pittoresco mondo del creativo (e che rendono la sua esistenza assolutamente NON noiosa) ne vanno citate almeno due che spiccano per originalità e interesse scientifico: IL VECCHIO e il GIOVANE Editore.

Il Vecchio Editore è una figura leggendaria del campo editoriale, emerso alla ribalta negli anni 40 o 50 pubblicando qualcosa di assolutamente innovativo , si è imposto sul mercato con pubblicazioni come “RICETTE OGGI”, “OROSCOPO PER TUTTI” o “REBUS POPULI”.
Sulla scia di questi successi ha costruito un piccolo impero che è poi finito nelle mani dei figli che (a seconda dei casi) lo hanno reinvestito in ristoranti o dilapidato in cocaina e transessuali.

Alla soglia dei 96 anni, il Vecchio Editore (ormai estromesso da qualsiasi decisione editoriale e affaristica) litiga con la figlia ,Maria Viraconda, perché lei lo obbliga a portare il pannolone e per ripicca decide di intraprendere un’attività individuale che lo riscatti agli occhi della società e della famiglia, indovinate un po’ che cosa vuol fare?

VUOLE FARE UN FUMETTO.

Il Vecchio Editore vi riceve in una villa sulle colline circondata da un infinito parco in cui sgambettano rarissimi Aironi e pascolano educati filippini incaricati di tenere in ordine i giardini. Sullo sfondo piccoli branchi di Dodo vengono nutriti da dei peruviani.
Man mano ce vi addentrarte nella folta vegetazione avete una claustrofobica sensazione da Vientnam e vi pare di essere Martin Sheen in cerca del colonnello KURZ sul fiume DA-NANG.

All’entrata una compunta e incartapecorita zitella vi accoglie con fare acido e le sue parole sono appena decifrabili tanto è rinsecchita e stizzita.

“DICAAAAAAA?” sibila quando entrate nell’edificio.
“Ho un appuntamento con Sua Eminenza Lord Baronìa”. Bofonchiate voi intimidito.
“ATTINDAAA.” Replica lei con aria disgustata e vi osserva le scarpe mentre arriccia il naso.

“C’E’ QUI IL SIGNORI…” di nuovo arriccia il naso e fa una smorfia “…PER QUEL COLLOQUI…”
(Non sono refusi…è la parlata della signora che è stretta e al plurale).
“ Sì. Sì. Certo…” annuisce facendo smorfie mentre vi guarda e poi conclude la telefonata con un
“ACCOMODISI! ” e vi guarda come se foste uno scarafaggio morto.

Attraverso il salone adornato da busti e quadri, superate una sala tappezzata di arazzi ed arrivate ad una stanza con un portone grande quanto uno Stargate presenziata da un paio di senegalesi.

“Permesso?”! Chiedete timidamente.

“Vengala! Vengala!” tuona una voce profonda.

La stanza in cui entrate è ricca di antichi oggetti antichi, quadri con cornici dorate , orologi a pendolo ed un enorme poltrona/trono su cui giace un omone vestito stile santone, accanto al quale due cingalesi sventolano grossi ventagli e sorreggono una flebo.

Un gufo vi osserva da un trespolo.

“Questo sarà un test Voight Kampf?” domanda una parte malata del vostro cervello.

Il Vecchio editore vi da la mano (che risulta essere priva di struttura ossea) , dopodiché si siede,alza gli occhi al cielo e inizia a delirare.

“Era il 58 quando alla mi moglie le dissi! VENDI! E LEI ALLA VIGNA CI SI FECE ‘ICCASTELLO.”

(Il vecchio Editore è palesemente toscano).

Pausa imbarazzata mentre voi osservate le iridi ingiallite del Vecchio.

“MA TE CHI SEI!?” vi chiede diffidente estroflettendo una dentiera degna della bocca interna di Alien.

“Sarei il dsegnatore per quel fumetto…sa…” borbottate voi reprimendo un conato.

“FUMETTOOOO!” grida lui e le orbite gli si rovesciano all’inidetro.
Uno dei due cingalesi posa il ventaglio e impassibile gli pratica un’iniezione.

Lo sguardo dell’Editore riaffiora dal nulla ed un ghigno gli si disegna sul volto.

“Quella gran MUCCA di mia figlia vuole che mi metta il pannolino ,ma ci pensi?!” vaneggia ricaricato da una botta di glucosio ed improvvisamente allunga il collo (tipo ET) e vi si avvicina minaccioso diffondendo una ventata di mentolo, borotalco e vicsinex.
I cingalesi mettono mano alla flebo e ne ricalibrano il dosaggio, il vecchio spalanca la bocca in un urlo muto alla Munch e vi fissa sorpreso.

“PINOCCHIO! “ esclama felice.
“Sei tornato Piccolo burattino, sei tornato dai ‘ttu babbo”.
Voi annuite confuso.
“O sei ATTILIO?” vi chiede improvvisamente sospettoso mentre estrae una vecchia roncola (falcetto da contadino) da sotto la vestaglia.
“Maremma! Eppure t’avevo fatto fuori e MURATO nella vecchia stamperia! O come mai tu sei tornato?”
Mentre cercate ancora una risposta la vecchia zitella si materializza dal niente con pillole e infermieri.
“LO AVETE FATTO AGITEREEEEE.” Esclama adirata e mentre il vecchio viene portato via di peso da due infermieri (albanesi) voi venite scortato gentilmente all’uscita da un nugolo di piccoli filippini-vestiti come gli gnomi di Willy Wonka.

IL FUMETTO LO VOGLIO BROSSURATOOOOOOO! Urla in sottofondo il vecchio Editore mentre lo sedano con del bromuro.

Tornato a casa ancora perplesso (se non sconvolto) per quello strano incontro, il peggio vi aspetta annidato nel vostro stesso computer.


Il NUOVO Editore vi attende infatti nella POSTA IN ARRIVO.

“Salve sono ROBB ANOFELE!” esordisce il GIOVANE sulla vostra e mail…

(Hanno sempre un nome tipo Robb, SAL, GIO’ o MAX….mai Mario, Marco o Alessandro).

Sono il titolare della PROMISCUOEDIZIONI (mai sentiti).
Abbiamo fatto RODDY VULVA (?)
PULCINELLI MASCHERATI una storia di supereroi ambientata in Italia)
E MAIALI NELL’ OSPIZIO (parodia…c’è SEMPRE almeno una parodia).

Ti piacerebbe COLLABORARE con noi? (leggi: non ti diamo un cazzo).
Perché sai noi siamo tutti giovani e lavoriamo PER PASSIONE.

“Per passione…”

Dal dizionario del fumettista: LAVORARE PER PASSIONE -

Acquisire capacità di nutrirsi di luce e calore , (vedi anche FOTOSINTESI), a contatto con la natura (in un vaso) e liberi da vincoli materiali (senza casa, affitti , mutui) in uno stato di totale libertà creativa (nudi, pianatati nel terriccio a volte bioluminescenti…).
Se si è fortunati: con AFIDI di proprietà.


ROBB vi spiega il tipo di pubblicazione,vi gratifica con complimenti che mai in vita vostra avete ricevuto, vi invia a visitare il loro sito su cui ha pubblicato anche Vinnie Marmotta (famoso disegnatore di STROLLO) e vi invita a leggere la loro pubblicazione edita da suo cugino e distribuita dalla sua sorellina a casa dei nonni.

“Presto contiamo di arrivare anche a casa dei miei zii” esclama Robb entusiasta.

Quando finalmente lo contattate per telefono , a metà della conversazione , udite sua madre che lo chiama in sottofondo e mentre lui tenta di coprire goffamente la cornetta dicendo “sto ricevendo un fax” lo sentitre urlare “Mamma non ora! SONO sono sul vasino!”

Qualche anno dopo ritroverete il GIOVANE EDITORE a Lucca ( intento a promuovere qualche improbabile versione multimediale di fumetto) ed avrete l’opportunità di conoscerlo di persona.
Generalmente dislessico vi accoglierà dicendo:

“Uh! Fumettolo, uh.Uh-windimmi la CD per la rete Windimmi in RETE MULTIMEDIALO – WINDIMMI!”.

E lo potrete ammirare generalmente accompaganato da una femmina (Windimmi pure lei) o da un Neurone al guinzaglio (il suo).


1609.06


“IL VECCHIO E IL NUOVO” di Max Guadagni, Edizioni Pangolino , distribuite da Promiscuoedizioni e disponibili anche in versione multimediale sul vostro WINDIMMI.

15 Comments:

Anonymous nicco said...

questo era geniale...complimenti ancora perchè mi sbellico regolarmente sui tuoi scritti...

4:01 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Ero sicuro che l'avresti apprezzato , anche perchè per l'Editore VECCHIO puoi facilmente immaginare a chi mi sia ispirato (Ucci Uccii...sento odore di .....) e lì ho attinto indirettamente ad alcune vostre descrizioni.
Eh....ogni cosa porta nuove idee.

MAX

4:12 AM  
Anonymous Anonimo said...

Nuove idee e nuovi nemici.

Prima o poi ti ci murano davvero in tipografia.

Per curiosità, l'ingresso e la casa editrice nel meraviglioso parco... è quello che penso io, vero?

baci
Wilma

5:11 PM  
Anonymous Putipù said...

Wilma!!!
cena con film pacco un venerdì o un sabato da concordare? Sperando di esser libero, perchè le cose stanno prendendo una brutta piega...

3:08 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Si' Wilma. La SIGNORA "ATTINDAAAAA" è proprio quella che immagini tu , così come il parco descritto.
Il giovane Robb Anofele...bè, esiste pure lui insieme ad altri diecimila....
Prima o poi mi sparareranno...

MAX

4:33 AM  
Blogger Pierpaolo said...

cevve!!!

11:21 AM  
Anonymous Fabiano said...

Ti sei dimenticato di parlare dell'offesa più terribile che i fumettisti fanno a certi editori, ovvero chiedono: "Quanto è la paga?" oppure "Ogni quante tavole si viene pagati?"...Come osi tu inutile scarabocchiatore!!!Ringrazia che ti pubblico...Per fortuna ora l'unico pericolo per un fumettista sono i vegetariani, visto che ci nutriamo di sola acqua luce e ossigeno... anche perchè quando ho portato via il pane dal fornaio dicendo che pagavo a 90 giorni mi ha gonfiato come una zampogna!!!

A presto!!!

7:20 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Non so se hai già letto "IL DISGUIDO" o anche "INGHING" Fabiano....lì mi pare di avere contemplato tutte le opzioni a cui accenni. Dagli un'okkiata se non le hai lette.
In ogni caso devi capire che noi (creativi in generale) siamo un fastidio per loro (EDITORI più o meno improvvisati) se potessero utilizzare scimmie ammaestrare sarebbero più felici.
E probabilmente lesinerebbero pure sulla banane.
POverini! Hanno ragione loro e siamo noi i bastardi egoisti!

MAX

10:48 AM  
Anonymous Fabiano said...

L'ho letto ora eh eh, siamo andati dallo stesso fornaio, mi ha gonfiato perchè ero il secondo che provava a pagare ai 90 giorni...

12:59 PM  
Anonymous Fabiola said...

Blog fenomenale! Hai miei tempi, quando frequentavo da ragazzino le "conventions" italiche esisteva anche "l'intellettuale dell'erotismo". Insomma, tutti quei tipi dai 45 ai 70 anni che si interessano al fumetto con donnine di "grandi autori" (manara, serpieri etc), ma intellettualizzavano il loro arrapamento. Usciva pure una rivista negli anni ottanta di grandissimo formato, con fior fiore di contributi sulle tette disegnate da Leone Frollo etc. Ora, a me allora, quindicenne, che si faceva le pippe, sembravano semplicemente degli "sporcaccioni". Non so se esiste ancora il fenomeno dato che non frequento piu' le varie fiere del fumetto, ma sarei curioso di leggere un tuo post su questo. Non dimeticare il "fumettista blogger (scodinzolante) narcisista". Al contrario del tuo blog, che e' un modello di lucidita', scorrazzando per la rete si leggono blog di autori, editori, redattori, traduttori piu' o meno famosi che sono veramente demenziali, che si parlano addosso costantemente e si formano degli aggregati di blogger che si commentano a vicenda in modo "scodinzolante" e autocompiaciuto che fa pena per loro quando li si legge. Facci sapere che cosa pensi di questo tipo idale!!!

3:12 AM  
Anonymous lucilla said...

non ho ben capito come sono caduta qua, però mi sono divertita, e tanto fa...il mio ex capo era proprio come il vecchio editore, un po' più tirchio però.

5:53 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

Per FABIOLA.

Sì il fenomeno dell'erotico intellettuale esiste ancora e ti ringrazio per avermelo ricordato perchè in effetti meriterebbe un post. Più che altro al riguardo io ho sempre criticato al "pochezza" di contenuti...
Qualcuno mi dirà "che contenuti vuoi che ci siano? Si parla di tette, cosa vuoi di più?"
Giusto, giustissimo ,ma allora preferisco il fumetto "PORNO" che ha più senso di quello erotico che invece vuole rimanere sul filo del rasoio raccontando chissà cosa ,ma rimanendo poi (di fatto ) sulle tette.
Serpieri è un esempio lamapante di Tette "camuffate" da fantascienza.
Allora: se vuoi fare la fantascienza ci vuole UNA STORIA,se vuoi far vedere le Tette...bè allora non c'è bisogno di scomodare una presunta "trama".

Comunque: ben vengano le tette (e che le evnetuali signore mi perdonino la battutaccia).

Per quanto riguarda il BLOGGER...
Sfondi (come si suol dire) una porta aperta perchè io ho cominciato a scrivere qualcosa sul mio proprio dopo aver letto quelli di altri (Anche colleghi) che stavano a "titillare" il proprio ego parlando di se stessi.
Tentazione che posso anche comprendere (io in fondo faccio lo stesso) ,ma....insomma: se vuoi tenere un diario scrivilo su un'agenda e tienilo in un cassetto...

Hai letto il post sul BLOGGER , vero?
I diaristi sono i peggiori ,ma il mondo è bello perchè vario e ognuno può dire le sue (dubbie) verità.

Un saluto!

Continua a leggermi e (se ti capita) fammi un pò di pubblicità e segnala il mio link!

MAX

10:29 AM  
Blogger MAX GUADAGNI said...

PER LUCILLA:

i viandanti occasionali che sono arrivati "Non si sa come" sono i più graditi e sono felice che ti sia divertita. Se hai avuto o hai problemi a farti pagare (problema diffuso in qualsiasi campo) ti consiglio di leggere il post intitolato "Il disguido" ...parla di quanto è difficile appunto FARSI PAGARE , se scorri il blog lo trovi ... più in basso,da qualche parte.
In ogni caso SONO TUTTI TIRCHI quando si tratta di pagare...è scomodo, è faticoso e (dal loro punto di vista) è anche un pò sconveniente...

Che ci vuoi fare?!

Ripassa ogni tanto, il blog riguarda parecchio argomenti inerenti al mio lavoro ,ma ci sono anche post generici come "anatomia di una cena", "il barbiere" ecc. ecc. ecc.

Un saluto!

MAX

10:34 AM  
Blogger Pierpaolo said...

io le tette le ho disegnate...

1:42 PM  
Anonymous Fabiola said...

Grazie, Max, sei mitico ("scodinzolo" a sufficienza?? :->).
Attendo un tuo post sull'"erotico intellettuale".
Ciao.

12:33 AM  

Posta un commento

<< Home