1.9.08

IL "SENTI MA"

Esperto cinefilo, fine musicofilo ed abile biografo dei suoi personali miti, il Senti Ma è la quintessenza del collezionista, votato anima e corpo alla celebrazione di ciò che egli venera.

Il Senti Ma conosce a memoria il titolo di tutti gli episodi di tutte le serie di Star Trek, ricorda esattamente CHI ha disegnato COSA in qualsiai fumetto e conosce news e anticipazioni ancora prima che le stesse Case Editrici le pensino.

Appassionato di film di fantascienza, di horror, di pupazzetti, di libri rari e dischi in vinile, il SENTI MA spazia in modo mostruosamente TRASVERSALE spalmandosi su tutte le categorie di appassionati clinici.

E’ esperto conoscitore di tutti i film di nicchia che solo lui ha visto.
Ha visto Guerre Stellari 478 volte in tutte le sue versioni rimasterizzate, digitalizzate, inedite, integrali e macrobiotiche…

La sua definizione scientifica deriva dalle sue abitudini sociali e dal suo tipico modo di esordire.

Timido di natura, ma al tempo stesso privo di freni inibitori, il SENTI MA infatti ragiona spesso completamente scollegato dal suo cervello…
La sua mente semplicemente si disattiva quando è preda dei suoi istinti compulsivi e questo lo fa LANCIARE senza alcun controllo nelle più ardite esternazioni.

Il Senti Ma è colui che dinnanzi all’ IMMENSO John Buscema esordisce con:

“Senti ma è vero che tu usi foto per i tuoi disegni?”
(Che è un po’ come chiedere a Leonardo da Vinci da quale rivista prendesse le sue idee…).

Esistono Senti Ma Passivi ed Attivi.

I PASSIVI sono coloro che si limitano a comprare, archiviare e disquisire all’infinito su ciò che amano.
Sono il popolo dei forum, la linfa vitale dei negozi di fumetti e collezionismo in generale e sono i fruitori di convention e mostre varie.
Sono coloro che, (contrariamente alla stessa definizione), sono OVUNQUE, presenziano OGNI evento e parlano.
Parlano.
Parlano.

Hanno sempre visto per primi la prima visione di questo o quello.
Hanno acquistato in esclusiva un numero rarissimo patinato e serigrafato a mano da un monaco tibetano della Marvel.
E sono disposti a vendere un rene per avere un fottutissimo filmatino in anteprima in cui si vedono 30 secondi del prossimo film di Bat-Man.

GLI ATTIVI (molto più caratteristici) sono invece coloro che non solo amano determinati generi,ma vogliono LAVORARVI.

I Senti Ma Attivi frequentano ogni corso possibile e immaginabile.

Corsi di regia.
Corsi di videomontaggio, doppiaggio, recitazione e giù, giù fino a corsi di tarocchi e cardio-chirurgia di emergenza , il tutto organizzato da sedicenti imprenditori stranieri che (apparsi dal nulla come per magia) ammaliano le sventurate vittime con la loro parlantina.

“Se voi te faccio fare un corso che te fa diventare quello che voi!” esordisce il vampiro di turno mentre ondeggia ipnoticamente davanti al Senti Ma.

E il Senti Ma firma.
Accetta.
Compra e frequenta corsi di disegno, di animazione, di 3D, di multimedialità quantica, impollinazione vaginale (no…questa proprio no) ecc. ecc. ecc.

Il Senti Ma Attivo partecipa ad ogni lezione sgranando i suoi piccoli ed avidi occhietti occhialuti.
Scrive tutto, annota maniacalmente ogni dettaglio (incluso il colore delle tovaglie della moglie di Buscema..sì, sempre lui),ma raramente è interattivo…

La massima espressione di comunicazione del Senti Ma è ….il sudore.

Sudore …quando davanti a lui si APPALESA il grande autore di turno che dispensa disegnini.
SUDORE quando gli passa per le mani una rara copia del numero 13 di "Johnny Pulpo e le Brigate del Monte di Venere".

E sudore è anche ciò che viene spremuto alle famiglie dei Senti Ma (Attivi e Passivi)…

Sì, perché raramente il Senti Ma è autonomo…nella maggior parte dei casi egli vive ancora in famiglia o percepisce la pensione della madre morta e imbalsamata che tiene in soffitta.

“No, Mamma, non ho intenzione di vendere i primi numeri di Alan Ford!” dice ondeggiando su una sedia a dondolo con una parrucca in testa …

Naturalmente non si deve generalizzare ed esistono anche Senti Ma che lavorano…

Impiegati, operai, liberi professionisti , insegnanti di lingue che ti spaccano i coglioni sottolineando la pronuncia esatta ed il doppiaggio sbagliato dei telefilm ecc. ecc.

Tutti lavorano e tutti al sabato si ritrovano in questo o quell’altro negozio di fumetti…
Tutti intenti a discutere (e a volte a scannarsi) su quanto sia bello l’ultimo episodio di GALACTICA o quanto sia INCOMMENSURABILE la SAGA di Guerre Stellari.

Ed ovviamente nessuno di loro, fa mai sesso con una donna (se si escludono le pugnette con le foto di Carrie Fisher...).

Intendiamoci…la castità dei Senti Ma non è scientificamente provata.
In primo luogo perché ne esistono a milioni (il che significa che in qualche modo si riproducono) ed in secondo luogo perché molti di loro riescono ugualmente a trovare l’anima gemella…

Appassionata come loro.
Tossica di input come loro e spesso incasinata mentalmente PIU’ di loro.

Le caratteristiche fisiche dei Senti Ma sono molteplici…

Ci sono quelli apparentemente anonimi, quelli vistosi che sfoggiano magliette di Superman e accessori Manga, ci sono quelli perennemente marchiati dal loro zainetto, ci sono quelli DEVASTATI che non si cambiano da 34 anni e vagano con la stessa polo e lo sguardo da pazzo.

E poi ci sono quelli complessati, che sfoggiano improbabili riporti che sfidano le leggi di gravità, i bassetti e canuti simili ad teneri orsacchiotti , i grassi e pingui obesi, i magri ed emaciati ecc. ecc. ecc.

L’aspetto fisico del Senti Ma non è da ignorare.

Una NON eccezionale bellezza è il motivo scaturente di una forma di compulsiva compensazione.

Il Senti ma NON vive…COMPENSA.

Ma naturalmente non tutti i Senti Ma vivono alla luce del sole…mescolati a quelli conclamati e dichiarati ci sono gli ALTRI.

I PORTATORI SANI.

I Senti Ma Portatori Sani sono individui il cui aspetto è quasi “normale”.
Vivono, hanno relazioni sociali più o meno regolari (ogni tanto fanno perfino sesso…) e sono consapevoli di ciò che sono….ma…(nel profondo) sono peggio di tutti gli altri messi assieme.

Compulsivi peggio dei loro ignari simili i Senti Ma imbustano, spolverano, archiviano e sbavano davanti a tutto ciò che amano o bramano.

Sono capaci di rinunciare ad una vacanza al mare per una rara collezione di Urania…
Sono capaci di fare venire un’insolazione alla propria donna per assistere ad una mostra all’aperto di fumetti.
Sono capacissimi di non offrire MAI un caffè o una cena pur di potersi permettere di comprare TUTTO quello che vogliono in un edicola.

Passivi ed Attivi si riuniscono infine in club, gruppi vari e forum.
Si scambiano informazioni strusciando immaginarie antennine ed amano SGARRUFFARSI tra di loro (leggi “litigare” in modo buffo) per motivi del cazzo che solo loro sanno.

“Tu non devi più parlare con Lui perché Lui ha detto che Lucas ce l’ha corto!”
esclama l’appassionato di Guerre Stellari col riporto, aggredendo il Morlok dai capelli bianchi…

E così via.

I Senti Ma…con le loro tenere passioni e i loro sogni mai nati sono… il Non vissuto.
Sono i bambini del passato che non venivano mai scelti per giocare a calcio.
Sono gli indifesi che venivano picchiati…i soli che non hanno mai baciato e che si rifugiano in un mondo fatto di colori…

Ed ognuno di noi…è un po’ Senti Ma.

Dedicato a tutti i miei simili…

4 Comments:

Blogger Pierpaolo said...

e si... quella di john buscema me la ricordo come fosse ieri. e mi ricordo pure come il senti ma di turno chiaccherasse con la moglie di john buscema; ma io pensavo che le chiedesse la ricetta della torta di mele....
ora torno a giocare con la mia aquila, limited edition (valore un rene).

11:40 AM  
Anonymous Anonimo said...

The worst Episode ever......
Pier non era il solo ad assistere a questa scena raccapricciante oltre a Dolores ovviamente.
Fonz!

7:29 AM  
Anonymous Anonimo said...

Be’, si sente che la cosa è partecipata e ben conosciuta anche se, a dire la verità, non so dove ne quando, ma sarà che te ne ho sempre sentito parlare, che ero convinto che tu l’avessi già scritto un “pezzo” sulla tua categoria preferita.

Comunque andava segnalata che “l’osservazione a Buscema” era realmente accaduta e non frutto della tua fantasia.

8:35 AM  
Anonymous PF1 said...

“No, Mamma, non ho intenzione di vendere i primi numeri di Alan Ford!” dice ondeggiando su una sedia a dondolo con una parrucca in testa …

Questa è grandiosa...anche la citazione Hitchcockiana. :-)
Nicco

P.S.
non commento tanto, lo so, ma leggo sempre...

4:24 AM  

Posta un commento

<< Home